THE DRESSMAKER

12.05.2016 10:44

Il film tratto dal romanzo d'esordio di Rosalie Ham e portato sullo schermo da Jocelyn Moorhouse, racconta con tono grottesco e surreale la storia e il desiderio di vendetta, di rivalsa della protagonista Tilly interpretata dalla bravura e dal fascino di Kate Winslet.

Quando ho letto il titolo The Dressmaker il Diavolo è tornato, ho subito pensato al Diavolo veste Prada, poi leggendo la trama ho capito che non c'entrava assolutamente nulla.

La trama racconta il ritorno di una dressmaker, Kate Winslet, che dopo l'esilio forzato, grazie al quale ha sviluppato le sue doti come sarta, presso prestigiosi atelier come Vionnet e Balenciaga, torna nel piccolo paesino natio australiano per far luce sul suo passato.  

La pellicola e l'ambientazione hanno un'atmosfera molto western, ma al posto di pistole e coltelli, la rivincita (o vendetta) sarà compiuta con un nuovo mezzo: una macchina da cucire Singer.

Kate Winslet in The Dressmaker

I protagonisti in assoluto di questa pellicola sono gli abiti cuciti da Tilly con tessuti importati, mezzo con il quale riesce a relazionarsi con la gente del posto, carpire subdolamente informazioni riguardanti il suo passato che nè lei e la madre, ormai vecchia e malconcia, riescono a ricordare.

Il paese dopo il suo arrivo subisce una trasformazione a dir poco magica, non solo per quanto riguarda gli abiti e l'aspetto ma iniziano ad acquisire sicurezza, intraprendenza...

Sicuramente anche negli altri film in cui si parla di moda il simbolo e la chiave del successo sono gli abiti, la trasformazione, ma mai come in questo film il glamour, la forza dei protagonisti è sprigionata dagli abiti che indossano...

Dalla stessa Tilly che si presenta al suo arrivo dopo anni di latitanza, fasciata in un red dress che le mette in risalto ogni curva del suo corpo, l'idea è "sono tornata e dovete guardarmi". E, semplicemente sedendosi davanti al match con indosso il suo abito rosso catalizza su di sé tutti gli occhi, dagli abitanti del paese che erano seduti a guardare la partita di football ai giocatori stessi che non riescono più a giocare presi dalla bellezza e dalla sfrontatezza di Tilly,

lì conosce Teddy McSwiney, interpretato da Liam Hemsworth (nonchè fratello del più ben noto Chris Hemsworth), non potevano scegliere protagonista maschile migliore...

Gli abiti perfettamente in stile anni '50 vivacizzano lo sfondo del deserto australiano...

Un film magnetico che mi ha stupita e affascinata dall'inizio alla fine, grazie alla bravura dei protagonisti al cambio di rotta dato dagli abiti...

Ahhh se pensate sia un film comico, o insomma la solita commedia, vi sbagliate di grosso, è assolutamente drammatico ma magistralemente ironico...

Io vi consiglio di non perdervelo per nessun motivo, sia per gli amanti del fashion, del glamour sia per coloro che amano la suspense, l'attesa...

VOTO 10


Contatti